Domande Frequenti

La messa a disposizione (MAD) è un mezzo importante che viene utilizzato per inviare la propria candidatura nelle istituzioni scolastiche italiane. La MAD, infatti, viene usata per ottenere incarichi di supplenza, anche annuale, in qualità di docente, collaboratore scolastico, assistente tecnico, etc.

Il servizio è molto semplice. Una volta ricevuta, la domanda verrà controllata dai nostri tecnici. Dopo esserci accertati che non vi siano errori, verrà inviata automaticamente dal nostro sistema.Il processo è automatico, ciò garantisce sicurezza, efficienza e senza alcun dubbio, velocità.

Inviare una mad ha il costo di 5 euro a provincia.

La messa a disposizione (MAD) consiste nello spedire il proprio curriculum alle scuole pubbliche che, in caso di necessità, si riserveranno la facoltà di contattare il candidato, secondo i loro criteri di selezionamento, per finalizzare il contratto di lavoro.

Ogni scuola ha accesso a delle graduatorie da cui può attingere per far fronte alla necessità della nomina di un supplente. Cosa succede se, per qualsiasi motivo, il Dirigente Scolastico non trovasse un supplente per la specifica Classe di Concorso? Il Dirigente Scolastico può far fronte a questo problema affidandosi alla Messa a Disposizione, effettuando la nomina dalle candidature pervenute.

Può presentare domanda chiunque sia a disposizione di un titolo di studio che gli dia diritto all’accesso ad una determinata classe di concorso (cattedra o Personale ATA).

Con "Classe di Concorso" ci si riferisce ad un insieme (individuato mediate un codice identificativo) di materie di insegnamento, associato ad uno o più titoli di studio. Per poter insegnare una determinata materia, bisogna essere in possesso del titolo di studio ad essa associata. 

Non c’è un limite vero e proprio, tuttavia consigliamo di non esagerare. Questo strumento, come le altre cose, andrebbe utilizzato con criterio e intelligenza.

Normalmente no, ma il nostro servizio permette di inviare una certa quantità di domande dietro compenso economico. Il vantaggio è il tempo che si andrà a risparmiare, poiché questa piattaforma effettuerà tutto il lavoro.

Una volta inviata la messa a disposizione, saranno le scuole a selezionare i profili dei candidati ritenuti più idonei, in base all’esperienza acquisita e ai titoli di studio posseduti. Maggiori saranno le qualifiche, maggiori saranno le possibilità di essere selezionati.

Poiché in Italia c’è una grande carenza di insegnanti di sostegno, questo ruolo ha subito un incremento delle richieste e per questo motivo vengono contattati anche insegnanti senza abilitazione ma che possiedono esperienze nel campo o con le dovute qualifiche.

Nel riquadro in alto a destra, premere sull’icona dell’utente e poi "Registra", dopodiché compilare i moduli.